orti

Vigneti e carciofi in gran quantità

Tra la fine del Settecento e inizio dell'Ottocento, le ormai perdute ville esquiline vengono potenziate come luoghi di produzione per il mercato ortofrutticolo romano

L’orto monastico a Santa Croce in Gerusalemme

Un luogo di contemplazione, preghiera e lavoro nel cuore di Roma

Villa Altieri a Santa Croce, la storia

Il casino nobile è quanto rimane di una villa che ospitava splendidi giardini, vigne, orti e persino un labirinto circolare

Il quartiere “verde” della Roma imperiale

Gli aristocratici prediligevano l'Esquilino per la costruzione dei loro splendidi Horti, simbolo di ricchezza e potere

Gli Horti di Mecenate

(Numero 2 - Bimestre lug-ago 2015 - Pagina 6) Duemila anni fa l'Esquilino conobbe un periodo di rinascita. Tra il 42 ed il 35 a.C., Gaio Cilnio Mecenate, amico e consigliere di Augusto, decise di riqualificare il territorio, per lunghi secoli abbandonato e degradato ad area di sepoltura...

Seguici sui social

5,201FansMi piace
205FollowerSegui
4FollowerSegui