interviste

Costruire ponti, non muri

Da Baghdad all'Ucraina, passando per Serbia, Kossovo, Giordania, Libano. Alfio Nicotra, Copresidente di Un Ponte Per, associazione presente all'Esquilino, ci illustra le modalità operative della Ong attiva da trent'anni nella cooperazione internazionale

Una comunicazione più accessibile e inclusiva

La Comunicazione Aumentativa Alternativa è uno strumento che si sta diffondendo anche in Italia per facilitare la lettura alle persone con disturbi specifici dell'apprendimento, stranieri e bambini in età prescolare. Per saperne di più ci siamo rivolti a Maria Paola Fortuna, docente dell'IC Guicciardini, specializzata sul sostegno, che sul tema ha recentemente pubblicato il libro 'DidattiCAA. Proposte di intervento nella scuola secondaria di primo grado' (Erikson, 2022)

«E dove potrei abitare se non all’Esquilino?»

Il popolo romano di una volta, le vacanze romane, la città multietnica: Goffredo Fofi ci racconta la sua Roma di ieri e di oggi

L’architetto del miracolo

Cesare Esposito, ideatore e curatore della nevicata di Santa Maria Maggiore, ci parla di sé e dell'evento del prossimo cinque di agosto

MAIS Onlus: l’istruzione come strumento per l’autosviluppo

Loredana Rabellino, coordinatrice dei progetti e vicepresidente, ci racconta quali sono le attività dell'associazione e invita i cittadini e le realtà del rione ad una conoscenza reciproca

Dalla medicina ospedaliera alla sanità territoriale integrata

A colloquio con Antonio Magi, presidente dell'Ordine dei medici di Roma, per parlare delle criticità e prospettive del sistema sanitario in tempi di Covid-19

L’epidemia e le diseguaglianze di salute

Filippo Gnolfo, Dirigente dell'Asl Roma1 e responsabile dell'Unità operativa Salute Migranti, parla degli interventi effettuati nei confronti delle persone fragili nel territorio dell'Asl Roma1 e dell'Esquilino

Tra Giappone ed Esquilino c’è di mezzo una Banana

Noto in Italia come il traduttore di Banana Yoshimoto e di Haruki Murakami, Giorgio Amitrano risiede da tempo nel rione. Ordinario di letteratura giapponese, è stato direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Tokyo

L’Africa che non tutti si aspetterebbero

Lino Bordin - già funzionario dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati - è l'autore di un volume che vorrebbe sfatare i pregiudizi che avvolgono uno straordinario continente

Seguici sui social

5,340FansMi piace
618FollowerSegui
10FollowerSegui